Casi complessi Atrofia Mascellare

Share

Desideri i denti fissi? Hai poco osso? Atrofia mascellare? Brutte esperienze? Fallimento impianti dentali, a seguito di rialzi ed innesti d’osso mascellare? Baipassa tutto l’iter Abbiamo l’alternativa, la soluzione che nessuno ti dice e che pochi, compresi i dentisti conoscono. Alternative all’innesto osseo

Per evitare il più possibile i tradizionali protocolli chirurgici che prevedono tecniche invasive di ricostruzione, come il rialzo del seno mascellare e gli innesti ossei, nel corso degli ultimi anni gli studi sull’Implantologia si sono concentrati nel ricercare terapie rapide, semplici ed affidabili per risolvere casi complessi dove la quantità di osso residuo a disposizione per gli impianti dentali  è insufficiente (poco osso).

Le alternative all’innesto osseo nei casi di pazienti con poco osso prevedono impianti inclinati, impianti pterigoidei e zigomatici. Queste soluzioni chirurgiche a carico immediato offrono tempi rapidi di riabilitazione.

Impianti inclinati

Il posizionamento inclinato degli impianti dentali permette di superare i limiti anatomici con i quali il chirurgo implantologo ogni giorno si confronta.

  • – Nel mascellare superiore (arcata superiore) l’inclinazione dell’impianto permette di evitare il recesso mesiale del seno mascellare.
  • – Nel mascellare inferiore (arcata inferiore) l’inclinazione dell’impianto permette di evitare l’emergenza del nervo alveolare inferiore.

Inoltre gli impianti inclinati, poiché  vengono ancorati in maniera ottimale nell’osso residuo del paziente, permettono  il carico immediato, protocollo che non sarebbe attuabile allorché si intervenisse con  tecniche di rigenerazione o di innesto osseo.

Ma in taluni casi clinici molto impegnativi  gli impianti corti o gli impianti inclinati non  sono sufficienti per ottenere garanzie di successo.  Queste situazioni che possiamo definire ”estreme” e che sono tipiche di pazienti che per molti anni hanno portato protesi mobili e che quindi hanno poco osso, possono essere risolte con l’inserimento di impianti

1 Impianti Pterigoidei

2 Impianti Zigomatici

(Cercheremo di usare un linguaggio non scientifico per farci comprendere da tutti)

  1. Hai problemi di edentulia? Atrofia Mascellare?
  2. Mancanza di osso nel mascellare superiore?
  3. Hai eseguito innesti d’osso nel mascellare superiore per inserire gli impianti dentali, ma sono falliti?
  4. Hai eseguito rialzi del piccolo e grande seno mascellare per inserire gli impianti dentali ma sono caduti?
  5. Sei vittima di interventi di implantologia dentale con inserimento di impianti dentali che sono caduti?

Alternative all’innesto osseo

Per evitare il più possibile i tradizionali protocolli chirurgici che prevedono tecniche invasive di ricostruzione, come il rialzo del seno mascellare e gli innesti ossei, nel corso degli ultimi anni gli studi sull’Implantologia si sono concentrati nel ricercare terapie rapide, semplici ed affidabili per risolvere casi complessi dove la quantità di osso residuo a disposizione per gli impianti dentali è insufficiente (poco osso).

ALCUNE IMMAGINI DI INNESTI E RIALZI

Le alternative all’innesto osseo nei casi di pazienti con poco osso prevedono impianti corti, impianti inclinati, impianti pterigoidei e zigomatici. Queste soluzioni chirurgiche a carico immediato offrono tempi rapidi di riabilitazione.

EVITA DI SBAGLIARE ANCORA, PRESSO LE NOSTRE SEDI, PUOI TORNARE A SORRIDERE EVITANDO INNESTI D’OSSO NEL MASCELLARE SUPERIORE ED EVITARE I RIALZI DEL SENO MASCELLARE CON UNA TECNICA INNOVATIVA E SICURA AL 100%La maggior parte dei problemi, nell’inserimento degli impianti dentali il paziente lo riscontra nel mascellare superiore, perchè anatomicamente lo stesso è di natura meno resistente, più soggetto al riassorbimento e la densità spesso svanisce molto celermente, rispetto all’osso della mandibola inferiore, più spesso e sostenuto, di qualità più compatta. Per questa tipologia di pazienti, quando si avvicinano alla riabilitazione implantare, perchè desiderosi di tornare a masticare e sorridere con denti fissi, sia perchè da molti anni soro rimasti edentuli, sia perchè in passato per risolvere velocemente e a basso costo l’edentulia, si sono sottoposti a riabilitazione implantare, con overdentur protesi mobile, questo non ha fatto altro che acutizzare il problema dell’assorbimento d’osso mascellare, che via via col tempo si è acutizzato maggiormente. Oggi si trovano a girare per gli studi dentistici, in cerca di una soluzione fissa con inserimento di impianti dentali, trovando i classici studi con dentisti, che in specifica materia non posseggono la conoscenza e l’esperienza di soluzioni alternative e meno invasive, fatte di tecniche innovative e complesse, come l’inserimento di impianti Pterigoidei o Zigomatici, eseguiti da un chirurgo maxillo facciale, che risolverebbero immediatamente l’edetulia, con carico immediato, baipassando, la soluzione tradizionale senza doversi più sottoporre ad innesti e rialzi del seno mascellare, che per loro natura, sono interventi, lunghi, costosi, complessi, dolorosi e che non offrono garanzie definitive del risultato.

Purtroppo, queste tecniche innovative, come l’inserimento degli impianti dentali Pterigoidei, che risolvono categoricamente qualsiasi problema di innesti e rialzi del seno mascellare su pazienti con mascellare atrofico e senza osso, sono poco conosciute, sia dai pazienti stessi, che da i medici, che dovrebbero consigliargli.

Rimane in vigore, sempre la stessa regola, se hai un problema, ricerca su internet le varie soluzioni alternative e con questo mtodo, come in questo caso, vieni a conoscenza delle varie alternative, che oggi trovi in dotazione di cliniche all’avanguardia come la nostra.

Generalmente sappiamo, che la maggior parte dei pazienti, non si sottopone a queste tecniche alternative, che offrono maggiori garanzie nel risultato, perchè non le conoscono. Qunado un paziente si avvicina a questo mondo, l’implantologia, ci arriva sempre, dalla sala d’attesa di uno studio dentistico cittadino, il classico dentista di famiglia o di fiducia, che interrogato sulla questione, per risolvere una mascella atrofica, che necessita dell’ l’inserimento di impianti dentali, la via maestra che viene suggerita dal medico è la classica è quella notoria, si informa il paziente, che per l’inserimento degli impianti dentali, per giungere ad una masticazione fissa, deve sottoporsi ad innesti d’osso e rialzi del piccolo o grande seno mascellare. E il ciclo si ripete.

L’impianto pterigoideo è un impianto dentale che viene  inserito nell’area molare dell’arcata superiore e raggiunge il processo pterigoideo. L’osso in questa zona alle volte presenta delle caratteristiche atte a renderlo ideale  per un inserimento di un impianto ed assicurarne la perfetta osteointegrazione. L’impianto pterigoideo è quindi la  soluzione è ideale per evitare l’innalzamento del seno mascellare.

E’ però questo un tipo di intervento  estremamente specialistico che rientra nella casistica dell’Implantologia avanzata. Non pochi sono infatti i rischi di operare nelle vicinanze dell’emergenza di un’arteria molto importante quale è l’arteria palatina. Per questo motivo è di grande ausilio, per posizionare questi impianti, l’esperienza di un professionista chirurgo maxillo facciale di grandissima esperienza e manualità.

LA NOSTRA STRUTTURA DI JESOLO APPUNTAMENTI E VISITE 388 7527525

L’ impianto zigomatico è un impianto speciale molto lungo (da 30 a 50 mm.) che viene inserito nell’osso dello zigomo il quale ha una densità ossea molto elevata (potete leggere nei dettagli un caso clinico cliccando su: inserimento di un impianto zigomatico).

L’impianto parte dalla zona premolare o molare e, una volta raggiunto l’osso zigomatico, è possibile ancorarlo in modo stabile tale da potere procedere, anche nelle situazioni più estreme, con una riabilitazione a carico immediato.

L’inserimento di un impianto zigomatico è un intervento che, se viene eseguito da un medico chirurgo esperto maxillo facciale, anche se complesso, può essere svolto tranquillamente in studio ambulatoriale.

ALCUNI CASI REALIZZATI DAL PROFESSORE CHIRURGO MAXILLO FACCILAE.

Antonino, il nostro paziente, com gravi problemi di atrofia mascellare, era destinato ad indossare una dentiera, ormai da circa 10 anni, le varie visite, soluzioni ricercate e soluzioni proposte, oltre che preventivi eseguiti in altri studi, non sono mai riusciti fino in fondo a convincere il signor. Antonino, anche perchè gli si prospettava una protesi mobile o i classici rialzi ed innesti, che dopo poco tempo falliscono miseramente. Venuto a conoscenza di Implantologia Network attraverso il web, ci contattava per chiedere una soluzione fissa. Ed E’ quello che abbiamo realizzato!!!. Se desideri tornare a sorridere, ma sei un una condizione di atrofia mascellare grave, non desideri sottoporti ad innesti d’osso e rialzi del seno mascellare, puoi rivolgerti a noi. Implantologia Network risolve qualsiasi caso complesso e disperato, tramite l’inserimento di impianti e tecniche alternative, come gli impianti dentali inclinati o trasversali, impianti Pterigoidei e Zigomatici. Presso le nostre strutture puoi trovare professionisti di fama mondiale, relatori e professori chirurghi Maxillo Facciali, che con prezzi onesti e calmierati, risolvono definitivamente alla radice il tuo problema di assenza d’osso, baipassando gli innesti e i rialzi.

SITUAZIONE DI PARTENZA OPT PAZIENTE ANTONINO

CASO DI CARMELA DI BERGAMO – GRAVE ATROFIA MASCELLARE PROVOCATA DA 10 ANNI DI PROTESI MOBILE

Alternative all’innesto osseo

Per evitare il più possibile i tradizionali protocolli chirurgici che prevedono tecniche invasive di ricostruzione, come il rialzo del seno mascellare e gli innesti ossei, nel corso degli ultimi anni gli studi sull’Implantologia si sono concentrati nel ricercare terapie rapide, semplici ed affidabili per risolvere casi complessi dove la quantità di osso residuo a disposizione per gli impianti dentali è insufficiente (poco osso).

Le alternative all’innesto osseo nei casi di pazienti con poco osso prevedono impianti corti, impianti inclinati, impianti pterigoidei e zigomatici. Queste soluzioni chirurgiche a carico immediato offrono tempi rapidi di riabilitazione.

La nostra paziente Carmela di Bergamo presenta una situazione clinica assai complessa, sicuramente, in condizioni simili l’inserimento di impianti dentali nella mascella superiore risultano impossibili, in questo caso la moderna implantologia opterebbe, per una serie di innesti e grandi rialzi dei seni mascellari. La paziente si è rivolta presso la nostra sede di Jesolo, clinica all’avanguardia, nella risoluzione di casi complessi in assenza di osso. Studiamo il caso complesso della signora Carmela, proponendo di evitare sia rialzi che innesti, tramite l’inserimento di 4 impianti dentali nel premaxilla, supportati da ben 2 impianti dentali Pterigoidei, che risolveranno completamente il problema di edentulia della paziente.

PANORAMICA DELLA PAZIENTE COMPLETA ATROFIA MASCELLARE

CASO CLINICO DEL SIG. VASCO ITALIANO CHE VIVE DA MOLTI ANNI NEL MADAGASCAR

E’ da premettere, che in Italia esistono solo alcuni maxillo facciali, che eseguono questa tecnica, risolutiva al 100 % nei casi di atrofia mascellare, baipassando di netto i rialzi del seno e gli innesti d’osso, fortunatamente per i pazienti, noi possiamo contare tra i migliori dottori in questa tecnica avanzata, che ad un prezzo onesto permettono di risolvere alla radice, qualsiasi caso di scarsità ed assenza d’osso. Questa procedura ci permette oltre ad evitare interventi invasivi, costosi e dolorosi, l’attesa, la lunga attesa di guarigione, che queste tecniche prevedono, tramite l’inserimento di 2 impianti dentali Pterigoidei, risolviamo quasi 80%100 dei casi con scarsità d’osso, il restante 20%100 è composto da casi, dove il paziente presenta oltra alla scarsità di osso nelle zone dei seni mascellari della mascella, anche l’assenza completa dell’osso del premaxilla, sotto al naso per comprenderci, in questi ulteriori casi al limite, risolviamo forniamo la soluzione migliore fissa, la più stabile aggiungendo 2 Zigomatici uno per ogni zigomo al paziente di turno, risolvendo in questo modo, la propria patologia, con la migliore soluzione fissa oggi in campo medico.

Il sig. Vasco il nostro paziente, nonostante tutti i record negativi, i tantissimi innesti subiti da ogni parte del corpo, può scherzosamente sorridere è il primo a possedere tutti i tipi di impianti dentali, gli impianti dentali classici, gli impianti dentali inclinati, gli impianti dentali Pterigoidei ed infine gli impianti dentali Zigomatici.

Se è tornato lui a masticare con denti fissi, da noi possono riuscirci tutti.

Il sig. Vasco è un uomo di 55 anni Italiano che vive nell ‘Isola della Réunion, a 100 km del Madagascar. Come mai è venuto da noi a Jesolo da così lontano? Hà eseguito una ricerca nel web e ha scoperto che tra i massimi esperti Italiani dell’inserimento di Impianti dentali Inclinati Pterigoidei e Zigomatici, che in assenza di osso mascellare, diviene la sola ed unica alternativa alla condanna definitiva a vita della dentiera.

(Cercheremo di usare un linguaggio non scentifico per farci comprendere da tutti)

Il signor Vasco nel corso degli anni si è sottoposto a tutti i tipi di innesti e trapianti d’osso per inserire finalmente gli impianti.

  • 1 Esportazione di una quantità consistente del proprio cranio, per innestarlo nella propria mascella.
  • 2 Esportazione di una porzione del proprio mento per innestarla nella propria mascella.
  • 3 Esportazione di porzione della propria anca per innestarla nel proprio mascellare.

Finalmente dopo tutti questi innesti riesce in Sud Africa ad innestare circa 6 impianti dentali nell’arcata superiore, ma sfortunatamente, sotto la sollecitazione della masticazione, che risulta giornaliera e costante, dopo circa 7 anni cadono tutti gli impianti, le porzioni d’osso innestate e il nostro paziente si ritrova al punto di partenza, alleggerito di una quantità di soldi non indifferente e con una situazione ossea e di tessuto più complessa e complicata di prima.

Cosa chiede il paziente? Certamente denti fissi sia nell’arcata superiore ormai martoriata e una riabilitazione a carico immediato nell’arcata inferiore, fortunatamente non acora compromessa da nessuna iniziativa implantare. Il paziente ci chiede di inserire nell’arcata inferiore una protesi fissi, circolare senza falsa gengiva su impianti. La nostra equipe si riunirà per studiare il caso specifico del sig. Vasco, nonostante sia realmente un caso molto complicato e complesso, cercheremo ugualmente di accetare la sfida per vincerla.

Questa la sua condizione clinica di partenza, assenza totale di osso.

Video – Prima visita e presentazione

Video – (Primo Intervento inserimento 2 impianti dentali Pterigoidei)

Video – (Secondo Intervento inserimento 2 impianti dentali Zigomatici)

Video – (Terzo Intervento inserimento 7 impianti dentali Inclinati a carico immediato – nell’arcata dentale inferiore + Avvitamento immediato di protesi fissa, circolare su impianti senza finta gengiva)

FOTO IMPIANTO DENTALE PTERIGOIDEO

FOTO IMPIANTO DENTALE ZIGOMATICO DEL 45 E DEL 55

FOTO DELLE NOSTRE PROTESI FISSE PROVVISORIE CIRCOLARI SU IMPIANTI SENZA FALSA GENGIVA

SE VIENI DA LONTANO E DECIDI DI OPERARTI PRESSO LA NOSTRA CLINICA DI OMAGGIAMO SIA PER TE’ CHE PER IL TUO ACCOMPAGNATORE DELL’ALLOGGIO IN HOTEL A POCHE CENTINAIA DI METRI DALLA STRUTTURA.

SE HAI UNA MASCELLA ATROFICA SENZA OSSO E VUOI TORNARE A SORRIDERE CON DENTI FISSI SENZA PERDERE TEMPO, SOTTOPONENDOTI IMMEDIATAMENTE ELLA MIGLIORE SOLUZIONE PER CHI COME TE’ E’ PRIVO D’OSSO MASCELLARE, EVITA DI SOTTOPORTI AD INNESTI E RIALZI DEL SENO MASCELLARE – NON SBAGLIARE CHIAMACI ADESSO! VISITA SPECIALISTICA APPROFONDITA – VERIFICHIAMO LE CONDIZIONI E SUGGERIAMO UNA DIAGNOSI, TEMPI E PREVENTIVO GRATUITO TEL 388 7527525

Se vuoi velocizzare il consulto, che ricordiamo, viene sempre e comunque per serietà poi svolto in clinica, Oltre alla classica panoramica semplice OPT PANORAMICA puoi fornirti di una TAC CONE BEAM 50 STRATI SINO ALLE ORBITE CON ESTENSIONE DICOM.

in questi gravi casi, in collaborazione con il nostro professore noto chirurgo di fame mondiale, con diverse cattedre in giro per il mondo a fare scuola ad altri implantologi, si richiede una TAC CONE BEAM 50 STRATI con immagini sino alle orbite in formato DICOM per eseguire un modellino a grandezza naturale, dello scheletro completo della scatola cranica del paziente. In questo modo il professore riesce a studiare e progettare sin nei minimi particolari l’intervento.

ESEMPIO DI MODELLINO STEREOLITOGRAFICO DEL PAZIENTE PER STUDIARE E PROGETTARE AL MILLIMETRO LA SOLUZIONE DEL TUO CASO SPECIFICO.

Se desideri un consulto approfondito tramite modellino, puoi contattarci al 388 7527525 per inviarci la Tac Cone Beam e ricevere un consulto dal nostro chirurgo maxillo facciale. Poi invia la tac tramite questo sito gratuito per fail di grandi dimensioni: https://wetransfer.com/ alla seguente email stefimariotti@live.it

Share